Maria-Elena Salphati

Disco duro esterno? Gli hard disk esterni sono assieme ai Pen Drive uno dei supporti più diffusi al momento per l'immagazzinamento, quindi il backup e trasporto dei dati. Negli ultimi anni i prezzo sono scesi e la tecnologia si è sviluppata, ciò ha contribuito alla loro diffusione, al punto tale che quasi tutti ne possiedono uno. Per questa recensione ho provato diversi dischi duri esterne e vi comunico la mia opione in proposito nel seguente articolo.

Hard disk esterno

Foto del prodotto
Modello LaCie 301558 Toshiba HDTB310EK3AA Verbatim 1TB Store 'n' Go WD Elements Portable 2TB Maxtor M3 1TB Transcend TS1TSJ25M3
Risultato del test
Risultato del test 10 su_10 11/2016
Risultato del test 9.3 su_10 11/2016
Risultato del test 9 su_10 11/2016
Risultato del test 8.7 su_10 11/2016
Risultato del test 8.2 su_10 11/2016
Risultato del test 8 su_10 11/2016
Valutazione dei consumatori su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione
Dimensioni Hard-Disk 1000 GB 1000 GB 1000 GB 2 TB 1000 GB 1000 GB
Descrizione Hard-Disk HDD Serial ATA III HDD Sata revision 3.0 HDD HDD
Interfaccia Hard-Disk USB 3.0 + USB 2.0 USB 3.0 USB 3.0 USB 3.0 USB 3.0 USB 3.0
Pro
  • antiurto
  • impermeabile
  • resistente alla pressione
  • ottimo rapporto qualità prezzo
  • veloce
  • bel design
  • molto capiente
  • protezione SafetyKey
  • auto Backup
  • compatibile con USB 2.0
Contro
  • nessuno
  • nessuno
  • nessuno
  • richiede la riformattazione per Mac OS
  • nessuno
  • non velocissimo

Hard disk esterno – Un disco rigido esterno è l’ideale per aumentare la memoria e mettere al sicuro i dati importanti del proprio computer. la domande è ora: quale disco duro scegliere? Gli Hard Disk esterni diventano sempre più capienti e sempre più veloci. In effetti con il nuovo standard USB 3.0, è possibile trasferire dati tra il PC e il disco fino a 625 megabyte al secondo, mentre con il „vecchio“ l’USB 2.0 si può arrivare a 60 megabyte.

A cosa serve un disco duro esterno? Un disco duro esterno è l’ideale per il backup o il trasporto dei dati in tutta sicurezza.

ragazza utilizza disco duro esterno
disco duro esterno

Uno scrigno per i nostri file

Ci risiamo: avete scaricato tutte le stagioni delle vostre serie tv preferite (legalmente, mi auguro), e adesso il vostro hard disk sul pc è pieno come un uovo. Oppure avete realizzato progetti importanti per il lavoro ed avete bisogno di uno strumento per poterli portare sempre con voi.

Per questi ed altri motivi oggi proliferano gli hard disk esterni, delle memorie di archiviazione di massa portatili che possono essere condivise tra varie pc. Pur trattandosi di strumenti molto importanti, fortunatamente non sono tantissime le nozioni da tenere a mente nella scelta di un hard disk esterno. Tuttavia, l’attenzione deve sempre essere massima. Proviamo allora insieme a capire a quali caratteristiche dobbiamo prestare attenzione.

La capienza prima di tutto

Inutile girarci intorno: chiunque pensa ad un hard disk esterno è alla ricerca della maggiore capienza possibile. Questo tipo di esigenza è alla base stessa dell’esistenza di questo tipo di memorie di massa, ed è quindi comprensibile. Di norma, le capienze degli hard disk esterni partono da un minimo di 320 GB ed arrivato ad un massimo di 4 TB. Tuttavia, per un discorso di convenienza sia economica che pratica, il mio consiglio è di prendere in considerazione solo quelli da 1 TB a salire. Questo perché oggi giorno soprattutto i file multimediali hanno bisogno di sempre più spazio, ed è quindi importante cercare di acquistare un hard disk esterno quanto più grande possibile.

Velocità di trasferimento dati: tutto dipende dalla connettività

I principali hard disk esterni si collegano ai pc attraverso le classiche porte USB. Tuttavia, gli standard presenti sul mercato al momento sono l’USB 2.0 e quello 3.0. Il consiglio è di preferire quest’ultimo, perché tra i due standard la differenza di velocità di trasmissione dati è netta: con le porte USB 2.0 i file sono trasferiti mediamente a 480 Mbit al secondo; con le porte USB 3.0 si può arrivare addirittura ai 5 GB al secondo.

Molti pensano che, avendo un pc con porte USB 2.0, debbano per forza acquistare un hard disk esterno con la stessa versione di connessione. Assolutamente falso: le porte USB 3.0 sono retroattive, e quindi funzionano perfettamente (seppur ad una velocità inferiore) anche con computer più datati. Discorso a parte merita la tecnologia Thunderbolt: questo tipo di porta, molto simile dal punto di vista visivo alla classica USB, garantisce una velocità di trasmissione fenomenale (si parla di 20 GB al secondo), e sarebbe quindi perfetta.

Il punto è che questo tipo di connettività non è ancora molto diffusa, molti pc con sistema operativo Windows non sono in grado di supportarle, e vi consiglio quindi un hard disk con una porta Thunderbolt solo se usate ESCLUSIVAMENTE macchine Mac (senza contare che gli hard disk esterni con porta Thunderbolt hanno un costo elevato).

Quindi per ricapitolare l’interfaccia principale è quella USB che sui prodotti più recenti è ormai presente nella versione USB 3.0 ad alta velocità che è presente su tutti i computer in commercio.

Hard disk autoalimentati: sì o no?

Altra caratteristica da prendere in considerazione riguarda l’alimentazione dell’hard disk esterno. Vi sono modelli che richiedono un alimentatore a parte, da collegare ovviamente alla presa elettrica, ed altri che si autoalimentano una volta collegati alla porta USB del pc.

È ovvio, potendo scegliere, nessuno si porterebbe indietro un ingombrante alimentatore, e tutti preferirebbero un hard disk autoalimentato. Il punto è che quelli che prevedono l’alimentatore sono i dispositivi dalle prestazioni maggiori: non si parla di capienza, quanto di velocità di rotazione del disco (che equivale ad una maggiore rapidità di accesso ai dati). In questo specifico caso, tuttavia, il mio consiglio è di optare sempre per gli hard disk esterni autoalimentati, perché non c’è nessuna prestazione che giustifichi l’ingombro di un alimentatore.

Le dimensioni contano?

Gli hard disk esterni si dividono sostanzialmente in sole due misure: da 2,5 e 3,5 pollici. I primi hanno il vantaggio di essere più leggeri e pratici, i secondi sono più pesanti e ingombranti ma hanno prestazioni migliori. Anche in questo caso io prediligo la praticità, e sono quindi a favore degli hard disk esterni da 2,5 pollici, perché garantiscono quella portabilità fondamentale sempre per più persone, soprattutto in ambito lavorativo. Per una volta, rispetto ad altri ambiti della vita umana, le dimensioni che contano sono quelle più piccole.

Altre considerazioni

Quelle appena descritte sono le caratteristiche principali per la scelta di un hard disk esterno: già solo seguendo quelle, farete ottime scelte. Tuttavia, a parità di prestazioni, ci sono anche altre peculiarità che potrebbero far pendere la scelta su un prodotto piuttosto che un altro.

Ad esempio, in caso di indecisione, è sempre meglio preferire hard disk esterni che hanno in dotazione un proprio software per il trasferimento dei dati.

È vero che nei maggiori sistemi operativi si può fare tranquillamente a meno di questi programmi, ma usare un software dedicato esalta sicuramente le prestazioni dell’hard disk. Altra considerazione merita la cache, che vi ricordo essere quella memoria temporanea dove sono collocati i file usati più frequentemente: a parità di condizioni, optate sempre per la cache più performante. Infine, occhio anche alle cover degli hard disk esterni: scegliete sempre quelle più resistenti, in modo da garantire maggiore sicurezza dagli urti ai vostri file.

I migliori hard disk esterni

Se dovete acquistare un hard disk esterno e siete troppo pigri per badare alle prestazioni, verrò lo stesso in vostro aiuto. Di seguito vi descriverò brevemente i migliori hard disk esterni che ci sono al momento sul mercato. Scegliendo uno di questi 6, non potrete sbagliare:

Samsung Maxtor M3 1TB*

Anche nel mondo degli hard disk esterni non poteva mancare il prodotto di casa Samsung. Capacità da 1 o 2 TB, dimensioni da 2,5 pollici, connettività USB 3,0, modello autoalimentato. La velocità di scrittura è di 5400 rpm, una delle più elevate sul mercato.

Toshiba Basics HDTB310EK3AA 1TB*

Questo hard disk è disponibile solo nella capacità da 1 TB, ha dimensioni da 2,5 pollici, connettività USB 3.0 e velocità 5400 rpm. È tra i modelli con il miglior rapporto qualità – prezzo.

Verbatim 53023 Store ‘N’ GO 1 TB*

Anche la Verbatim vuol dire la sua nel mondo degli hard disk esterni. Modello da 1 TB, disponibile anche nella versione più economica da 500 GB. Autoalimentato, 2,5 pollici, USB 3.0, il Verbatim 53023 Store ‘N’ GO 1 TB ha il vantaggio di avere in dotazione dei software non solo per il trasferimento dati ma anche per il backup e la masterizzazione DVD.

Transcend TS1TSJ25M3 1TB*

Dispositivo autoalimentato, 1 TB di capienza, 2,5 pollici di dimensioni, connettività USB 3.0. Oltre all’hard disk, nella confezione è inclusa una cover in gomma per proteggere il prodotto dagli urti.

WD Elements Portable 2TB*

Se un solo TB vi sta stretto ma non volete spendere molto, questo hard disk fa al vostro caso. Capienza da 2 TB, connettività USB 2.0, dimensioni da 2,5 pollici con autoalimentazione.

LaCie Rugged Mini 301558 1TB*

Dispositivo da 1 TB, connettività USB 3.0, dimensioni da 2,5 pollici. È l’hard disk più resistente della sua categoria, ve lo consiglio se in passato ne avete già rotti altri.

Conclusioni

Come abbiamo visto, non dobbiamo essere per forza degli “smanettoni” per trovare un hard disk esterno adatto alle nostre esigenze. Basta prestare un minimo di attenzione o, in alternativa, scegliere tra quelli consigliati.

Avrete notato che i 6 hard disk recensiti hanno praticamente le stesse prestazioni: tuttavia, volendone incoronare uno, vi consiglio il Samsung Maxtor M3 tutta la vita, perché è disponibile anche nella versione da 2 TB ed è garantito da una delle aziende regine nel mondo dell’Hi-Tech (Galaxy Note 7 che esplode a parte).

External hard drive and laptop on office desktop
Hard disk esterno – disco duro esterno

Scegliete il disco duro esterno, tra quelli che abbiamo selezionato, in base alle vostre esigenze. Tutti hanno bisogno di un disco duro esterno per tenere al sicuro i propri dati eseguendo un backup o per liberare spazio dall’hard disk principale del proprio notebook o computer. Quasi sempre lo spazio fornito da un notebook non è sufficiente per fare da archivio a tutti i nostri dati, e inoltre è più sicuro avere i dati su diversi supporti. Ecco il ruolo del disco duro esterno.