Maria-Elena Salphati

Ho testato questi smartphone per un mese circa alternandone l'utilizzo. Il punto di partenza nella scelta di uno dispositivo mobile deve necessariamente essere il sistema operativo. Scopriamo di più insieme

Smartphone per meno di 300 €

Foto del prodotto
Modello Motorola Moto X Play Samsung Galaxy J5 LG Stylus 2 Asus ZE551ML-2A760WW Huawei P9 Honor 6
Risultato del test
Risultato del test 10 su_10 11/2016
Risultato del test 9.5 su_10 11/2016
Risultato del test 9 su_10 11/2016
Risultato del test 8 su_10 11/2016
Risultato del test 7.7 su_10 11/2016
Risultato del test 7.5 su_10 11/2016
Valutazione dei consumatori su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione su_10 5 stelle_valutazione
Anno modello 2015 2015 2015 2015 2016 2014
Peso 168 g 145 g 145 g 168 g 145 g 132 g
Dimensioni schermo 5.5 pollici 5 pollici 5.7 pollici 5.5 pollici 5.2 pollici 5 pollici
Pro
  • memoria
  • schermo
  • design
  • 16 GB
  • 64 GB
  • schermo grande
  • leggero
  • schermo grande
Contro
  • soli 8 GB
  • pesante
  • data uscita 2014

Dal cellulare allo smartphone

Dopo svariati tentavi, ormai c’è ben poco da fare: il vostro vecchio telefono cellulare ha smesso per sempre di funzionare, e per voi è arrivato il momento di sostituirlo degnamente. Acquistare un nuovo telefonino, a meno che non si vogliano buttare i soldi, è un’impresa titanica, perché l’errore si basa sin dalla nomenclatura: oggi non si parla più di cellulari, ma di smartphone.

Questa nuova denominazione, che deriva dall’inglese e indica banalmente “telefono intelligente”, traccia una netta linea di separazione con i dispositivi di vecchia generazione, e allo stesso tempo vuole sottolineare come i nuovi device siano in grado di svolgere funzioni che solo macchine intelligenti possono fare.smartphone-623722_1920

Calcolando che i device top gamma hanno prezzi da infarto, in queste righe prenderò in considerazione solo dispositivi che non superino i 300 euro, e sarete sorpresi nel vedere che, a parità di prestazioni, i device considerati valgono come quelli di fascia più elevata.

Caratteristiche da considerare

La prima cosa da fare al momento dell’acquisto di un nuovo device è togliere quel velo di ipocrisia che molti hanno nel dichiarare “a me il telefono serve solo per fare chiamate”.

Questa frase, molto in voga soprattutto nelle generazioni over 40, stride clamorosamente con tutti quegli utenti, giovani e meno giovani, che sono sempre alla ricerca di nuove funzioni sul proprio device. Superato questo approccio filosofico, le caratteristiche tecniche da considerare sono tantissime, ma al tempo stesso, molto diffuse: a pochi mesi dal 2017 tutti i device hanno ormai GPS integrato, Wi-Fi, Bluetooth, 4G, radio, ecc. Su queste peculiarità, quindi, e inutile soffermarsi.

mobile-605422_1920

Android, Windows Phone o iOS?

Il 99% dei device presente nel mercato della telefonia mobile monta questi tre sistemi operativi: Android, Windows Phone e iOS. Potremmo partire proprio dal sistema operativo della Apple facendo una considerazione: dato che ci siamo posti un tetto massimo di 300 euro di spesa, i device che considereremmo sono solo gli iPhone non oltre il 5s.

Dato che, nella migliore delle ipotesi, parliamo di dispositivi prodotti nel 2013, il rischio è che il nostro device possa essere escluso a breve da tutti gli aggiornamenti Apple perché troppo datato (chiedere ai possessori di iPhone 4, oggi), e ci troveremmo con un telefono dal grande potenziale ma dallo scarso utilizzo.

Quindi, nell’ottica di acquistare un prodotto a meno di 300 euro, iOS è da escludere. Restano in lizza solo Windows Phone e Android, che hanno pregi differenti: il primo è più “leggero” e sfrutta al meglio hardware anche meno potenti, il secondo è molto più user-friendly, ha una vasta quantità di app ed è il sistema operativo più diffuso al mondo. Alla luce di quanto detto, se volete un consiglio dal sottoscritto, lo posso sintetizzare in maniera lapidaria: Android tutta la vita!

Display e batteria

Archiviato il discorso sul sistema operativo, altri punti da considerare riguardano l’ampiezza del display e la durata della batteria. Per il primo caso, dobbiamo considerare che le misure partono mediamente da un minimo di 4 pollici fino ai 5,7 pollici dei cosiddetti “phablet”, ovvero quei dispositivi che sono una via di mezzo tra smartphone e tablet. L’ampiezza del display è un parametro assolutamente soggettivo: se il telefono deve stare comodamente in tasca, non superate mai l’ampiezza dei 5 pollici; se invece amate gli schermi grandi e usate molto il vostro device per vedere film e video, un phablet fa al vostro caso.

I phablet, inoltre, hanno il vantaggio di avere una batteria dalla maggiore capacità, 3500 mAh, rispetto alla media dei device comuni, di circa 2000 mAh. Ricordate che con i device moderni, rispetto ai telefoni cellulari degli anni 90, dovete entrare nell’ottica che almeno una volta ogni 36 ore devono essere ricaricati. Se usate intensamente il device, potrebbe perfino non arrivare alla fine della giornata. L’amperaggio della batteria è quindi un valore importante da considerare: maggiori sono i mAh della batteria, e più a lungo potrete sfruttare il vostro device prima che si spenga.

Prestazioni di alto livello

Nell’ambito dell’utilizzo di un device, tantissimi utenti guardano anche alla “velocità” del dispositivo, ovvero a quell’intervallo di tempo che impiega per aprire un’app, effettuare una ricerca su internet, ecc.

La domanda quindi è spontanea: cosa determina la “velocità” di uno smartphone? L’argomento ha una serie di concause e sarebbe da approfondire in altra sede: in linea di massima, tuttavia, possiamo individuare nel processore e nella memoria RAM i due punti fondamentali da cui partire. Quando scegliete un nuovo telefono, quindi, assicuratevi che abbia almeno 1,5 GB di RAM, e che sia fornito di un processore minimo da 1,2 GHz.

E i selfie?selfie-465563_1920

Se la vendita delle macchine fotografiche digitali è crollata spaventosamente, lo si deve anche al proliferare delle fotocamere integrate nei device. Questa innovazione è stata la causa scatenante della moda dei selfie, le “foto fatte da soli” che un tempo chiamavamo “autoscatti”.

Nell’era dei social network quello delle foto non può più essere considerato solo un semplice svago: uno smartphone che possa garantire ottimi selfie è quello con una fotocamera da almeno 12 Mp (anche in questo caso parliamo di linea di massima, perché dietro una bella foto non ci sono solo i megapixel).macaca-nigra-536991_1920

I migliori smartphone del momento

Il mercato della telefonia mobile è in continua evoluzione, quindi sono consapevole che i modelli che descrivo adesso potrebbero tra qualche mese già non essere più il top. Tuttavia, ho puntato su modelli le cui caratteristiche tecniche promettono molto anche per il futuro. Di seguito i modelli che, a mio avviso, non dovete lasciarvi scappare:

Huawei P9 Lite*

La Huawei è un’azienda meno nota tra i colossi dell’hi-tech, ma con i suoi ultimi prodotti sta rosicchiando sempre più quote di mercato. Il P9 Lite è in tal senso un ottimo esempio: display da 5,2 pollici, 3 GB di RAM e 16 GB di memoria interna (espandibile con Micro SD), doppia fotocamera (anteriore da 8 MP, posteriore da 13 MP), batteria da 3000 mAh e sistema operativo Android Marshmallow 6.0.

Honor 6*

La Honor ha probabilmente ancora meno fama della Huawei, ma anche in questo caso parliamo di un ottimo prodotto. Questo device ha un display Full HD da 5 pollici, 3 GB di RAM con 16 GB di memoria interna (espandibile), doppia fotocamera (anteriore da 5 MP, posteriore da 13 MP), 4G incluso e sistema operativo Android.

Samsung Galaxy J5*

Tra aziende top, la Samsung è una delle poche che ha pensato anche a device sotto i 300 euro. Il J5 offre tutta la qualità della casa coreana con il giusto rapporto qualità prezzo: schermo da 5 pollici, memoria RAM da 2 GB con 16 GB di memoria interna (espandibile), doppia fotocamera (anteriore 5 MP, posteriore da 13 MP), batteria da 2600 mAh, sistema operativo Android 5.1.

LG Stylus 2*

dispositivo adatto per tutti quelli che amano i dispositivi dagli ampli display e dai colori brillanti. Dotato di schermo HD da 5,7 pollici, LG Stylus 2 vanta anche 1,5 GM di RAM, 16 GB di memoria interna (espandibile), doppia fotocamera (anteriore 8 MP, posteriore da 13 MP), pennino estraibile, Android 6.0 Marshmallow e batteria da 3000 mAh.

Asus Zenfone 2 Deluxe*

Da alcuni anni l’Asus è entrata prepotentemente nel mondo degli smartphone, e con questo modello è destinata a scalare posizione: display da 5,5 pollici Full HD, processore da 2,3 GHz e ben 4 GB di RAM, memoria interna da 64 GB espandibile con micro SD a 128, batteria da 3000 mAh, doppia fotocamera (anteriore 5 MP, posteriore da 13 MP), sistema operativo Android 6.0 Marshmallow.

Motorola Moto X Play*

La maggiore qualità di questo device è sicuramente nella batteria, che con i suoi 3630 mAh può arrivare addirittura a 48 ore di autonomia con un uso continuo. Il display è da 5,5 pollici, 2 GB di RAM, Android 5.5. Anche la fotocamera del Moto X Play è fantastica: se quella anteriore è nella norma con i suoi 5 MP, quella posteriore arrivando addirittura a 21 MP si classifica come una delle più performanti nel mondo dei device mobili.

Conclusioni

L’offerta per telefonia mobile è una delle più vaste che il mercato mondiale possa offrire.pokemon-1521104_1920

Sono migliaia i modelli di device disponibili sul mercato, e sceglierne appena 6 da descrivere è stato molto difficile. Tuttavia, il mio intento era quello di dimostrare come ci possano essere dispositivi validi anche non superando i 300 euro di spesa. Consideriamo ad esempio l’Asus Zenfone 2 Deluxe, per il quale non nascondo di avere un particolare debole: è l’unico dispositivo sul mercato a vantare un hardware da 4 GB di RAM e con un processore da 2,3 GHz in questa fascia di prezzo.

Quando dovete acquistare un nuovo smartphone, quindi, non badate solo agli spot scintillanti e alle tendenze del momento: con la giusta attenzione, anche voi potrete avere un top gamma a prezzi più che accessibili.